Il viaggio di Olav:
La storia della fondazione

04.08.2021 I Lea, Community Manager

  1. Il momento è arrivato. Olav compie 2 anni e noi stiamo festeggiando già da una settimana! Siamo così entusiasti! A metà del 2019, abbiamo finalmente iniziato il nostro viaggio con Olav, lanciando il nostro primo prodotto: la padella con anima in rame Olav! Ci è servito più di un anno e mezzo per sviluppare completamente la padella Olav e non siamo stati solo supportati da chef professionisti ed ingegneri, ma anche da appassionati di cucina come voi! Noi, Christina e Till, ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato al nostro progetto!

L'idea di Olav

Io, Till, sono sempre stato un grande appassionato di cucina e di tutto ciò che la circonda. Non è una sopresa, quindi, che mi sia dedicato alla produzione di utensili da cucina di qualità. So quanto siano importanti nella preparazione di una ricetta e so quanto sia difficile difficile trovare gli strumenti giusti.

Io sono Christina e la mia più grande passione è il buon cibo. Mentre frequentavo l'università ho avuto l'opportunità di lavorare in un ristorante e ho imparato molto sulla gastronomia: come si lavora nelle cucine di un ristorante, cosa significa dare l'importanza di un re ai clienti, la passione e l'amore che va in ogni singolo piatto e quanto bene bisogna lavorare insieme per far funzionare tutto. Poi, quando mi sono trasferita nelle mia prima casa, ho passato molto tempo a cercare la padella perfetta e mi sono posta la domanda: perché non c'è nessun marchio che combina l'alta qualità, il design, un buon servizio clienti e la longevità dei prodotti?

È così che è nata l'idea di Olav.

L'inizio

L'idea è nata e il viaggio è iniziato. Abbiamo lasciato i nostri lavori e messo tutti i nostri risparmi nella nostra padella Olav. La prima fase è stata molto emozionante. Abbiamo lavorato con più di 250 persone per sviluppare la padella perfetta. Le domande importanti che ci siamo posti durante lo sviluppo sono state: di cosa ha veramente bisogno una padella? Cosa manca nella maggior parte di esse? Abbiamo ordinato le migliori padelle di tutto il mondo secondo le recensioni dei clienti, poi abbiamo iniziato. Nel nostro piccolo laboratorio allestito, abbiamo testato le padelle giorno e notte, instancabilmente, per diversi mesi. Non ci è voluto molto prima di capire che le migliori prestazioni si vedono sempre con le padelle che hanno componenti in rame. Questo perchè il rame è il metallo che conduce meglio il calore! L'acciaio inossidabile, per esempio, ha una conducibilità termica di 20, l'alluminio di 236 e il rame di 401. Le padelle di rame si scaldano incredibilmente in fretta e, soprattutto, in maniera uniforme. Qualche decennio fa si cucinava molto con il rame, ma purtroppo le cose sono cambiate. Le padelle e le pentole di rame non sono adatte all'induzione e il prezzo del rame sta andando alle stelle. Se però si vuole sviluppare una vera compagna di vita per la cucina per i propri clienti, allora la padella non poteva che non essere fatta anche di rame. Così è stato deciso: Olav avrà un bellissimo cuore di rame.

Insieme ai nostri focus group di giovani e anziani, abbiamo sviluppato Olav. Quanto pesante dovrebbe essere Olav? Come dovrebbe essere il manico? É importante che si possa lavare in lavastoviglie? Ci siamo subito resi conto che per molti c'è il desiderio di avere un utensile da cucina che non solo sia resistente ad un utilizzo giornaliero, ma che possa essere anche riparato invece che buttato via. Le padelle non rivestite di solito durano una vita e sono molto robuste. Al massimo possono avere le maniglie un po' allentate o dei piccoli difetti visivi, ma sono molto durevoli. Le padelle rivestite, invece, hanno sempre una durata limitata, perchè il rivestimento antiaderente con il tempo e l'utilizzo si rovina. Abbiamo quindi sviluppato la soluzione ottimale: grazie al nostro servizio di rivestimento si potrà sempre rinnovare lo strato antiaderente, così che anche le padelle rivestite durino a lungo. Non appena il rivestimento si rovina, la padella Olav può essere inviata a noi, per farla rivestire nuovamente. In che modo? Usiamo una sabbiatrice per rimuovere completamente il vecchio rivestimento, la padella viene poi pulita, rivestita di nuovo e completamente lucidata.

Dalle nostre ricerche abbiamo poi capito che alle persone piace avere una bella padella di design sui fornelli. Del resto, le utilizziamo tutti i giorni.

Nuova casa temporanea: New York

    1. Abbiamo contattato i migliori studi di design del prodotto - tra cui Primestudio a New York City. La nostra richiesta ha raggiunto il CEO Stuart Harvey Lee, nonchè cuoco appassionato, che ha subito accettato di lavorare con noi. Grazie a lui, ci siamo avvicinati a raggiungere il nostro sogno: la padella perfetta. Stuart ci ha detto: "Venite da noi a New York e progetteremo insieme la padella più bella del mondo". E prima che ce ne accorgessimo, avevamo impacchettato le nostre cose, eravamo saliti sull'aereo e ci eravamo diretti negli Stati Uniti.

    2.  
    3.  
    4. Quando siamo arrivati a New York City, siamo finiti nella parte più profonda di Brooklyn, a Bushwick. Da lì, ogni giorno, abbiamo preso la metropolitana fino a Manhattan, dove abbiamo lavorato alla padella Olav insieme a Prime Studio New York. Al fine di ottenere molte opinioni diverse, abbiamo chiesto a centinaia di persone direttamente sulla 5th Avenue circa i nostri progetti di design e abbiamo raccolto numerosi feedback. Olav doveva essere progettato per piacere a tutti gli amanti di cucina e soddisfare tutte le aspettative. Per questo, avevamo bisogno di più opinioni possibili.

    5.  
    6.  

      Una volta perfezionato il design, il passo successivo era la produzione. Grazie ad un team di ingegneri, abbiamo lavorato intensamente per 9 mesi sullo sviluppo del materiale giusto.

  1.  
  2.  
    1. Le pentole di rame puro conducono molto bene, ma sono molto pesanti e, soprattutto, non sono compatibili con l'induzione. Inoltre, devono essere lucidate e non sono lavabili in lavastoviglie. Olav doveva essere un compagno di vita quotidiana, quindi era chiaro che la nostra padella Olav doveva avere esattamente le proprietà mancanti di una padella di rame. Per il materiale, abbiamo quindi optato per una combinazione di acciaio inossidabile (che è robusto), alluminio e rame, che permette una perfetta conduzione del calore. Ora che avevamo pensato alla struttura generale del materiale, dovevamo trovare il perfetto equilibrio dei singoli strati.

Quelle: primestudio.com

Finalmente - viene prodotta la prima padella Olav

  1. Abbiamo lasciato i nostri lavori per sviluppare Olav e abbiamo investito tutti i nostri risparmi. Siamo molto grati che la NRW Bank abbia creduto nella nostra visione e ci abbia finanziato nella fabbricazione dei nostri utensili per la produzione.

    Siccome Olav è sinonimo di massima qualità e trasparenza, abbiamo passato molto tempo a cercare il partner giusto per la nostra produzione. Ciò che conta per noi è che i nostri partner condividano i nostri stessi valori etici e i nostri stessi standard. La posizione geografica non è di centrale importanza per noi, per questo ci siamo presi il nostro tempo per trovare il produttore adatto per la padella Olav. Siamo veramente felici di poter lavorare con un'azienda familiare che ha un profondo know-how nella lavorazione del rame.

Hai conosciuto Olav?

  1. A metà del 2019, arrivarono le prime padelle Olav. Eravamo praticamente privi di budget ed abbiamo viaggiato per tutta la Germania, presentando il nostro prodotto in tutte le fiere possibili. L'auto sempre pronta, noi e Wilma (il nostro cane) partivamo prima del sorgere del sole e restavamo al nostro stand dalla mattina presto fino a tarda notte, con qualsiasi tempo atmosferico e presentando Olav ad ogni passante: "Hai sentito parlare di Olav?". Il nostro stand era molto semplice (e ad essere onesti non molto professionale), ma siamo riusciti a mettere un sorriso sul volto di molte persone. "Non conosco Olav. Chi è?" "Olav è la nostra padella con il cuore di rame". Così abbiamo potuto incontrare di persona molti dei nostri primi clienti. Lentamente, abbiamo iniziato a costruire il nostro negozio online. Fin dagli inizi di Olav, i clienti sono sempre stati al centro della nostra attenzione. Ascoltiamo attentamente e cerchiamo di migliorare tutto in modo da rispondere davvero ai desideri di tutti. I nostri clienti si affezzionarono così tanto ad Olav che iniziarono a chiamarsi gli "Olavisti" ed è proprio grazie a loro se siamo riusciti ad arrivare fino a qui.

    Da allora sono successe molte cose. Nel febbraio 2020, abbiamo assunto il nostro primo dipendente - una grande pietra miliare per entrambi. Poco dopo è iniziata la pandemia, e sia le consegne sia la produzione si sono improvvisamente fermate. Come tutto il resto del mondo, non sapevamo come andare avanti. Non abbiamo potuto consegnare i nostri prodotti per molto tempo e saremo eternamente grati ai nostri clienti per averci mostrato così tanta comprensione e pazienza nell'attesa di una padella chiamata Olav. GRAZIE! Essendo una start-up indipendente, possiamo produrre solo piccole quantità di prodotti, per questo dal lancio di Olav ogni tanto è successo di esaurire le nostre scorte, quiindi vi ringraziamo per la vostra pazienza! 

  2. Nel frattempo, abbiamo la NRW Bank e la Volksbank Köln al nostro fianco, che ci aiuta ad agire in modo indipendente e a crescere in maniera organica, passo dopo passo, aumentando lentamente le nostre quantità.

Nuovi prodotti insieme a voi

  1. Insieme ai nostri Olavisti, sviluppiamo nuovi prodotti. È così che le pentole Olav con anima in rame, il wok Olav con anima in rame e il coltello da chef Olav in acciaio metallurgico delle polveri sono stati creati. Dato che sviluppiamo tutti i prodotti da soli con il nostro team di ingegneri, ci vogliono in media da 1,5 a 2 anni per prodotto. Durante il nostro viaggio, abbiamo avuto la fortuna di incontrare degli chef entusiasti che ci hanno consigliato e sostenuto fin dall'inizio. Siamo veramente orgogliosi di poter dire che degli chef professionisti usano i nostri prodotti nelle cucine dei loro ristoranti. Io, Christina, conosco Paul Ivic perchè ho lavorato nel suo ristorante quando ero studente e mi ha fatto avvicinare alla cucina vegetariana. Un genio assoluto quando si tratta di cucina vegetariana e un pioniere del nostro tempo quando si tratta di cibo sostenibile. Haya Molcho è una nostra stretta confidente. La conosciamo da molto tempo e non ci stufiamo mai di mangiare i suoi piatti deliziosi. Insomma, i nostri partner si sono tutti avvicinati ai nostri cuori e hanno fatto parte del viaggio di Olav quasi dal primo giorno.


    Senza gli Olavisti, il nostro piccolo team di ingegneri, gli chef professionisti e tutto il nostro team, Olav non sarebbe quello che è. Non vediamo l'ora di continuare il nostro viaggio! È stato bello festeggiare insieme il 2° compleanno di Olav! GRAZIE a tutti voi!

IN PRIMO PIANO

Potrebbe anche interessarti

10. Juli 2021

16. Juli 2021