Intervista:
Lebano Brothers

28.07.2021 I Alina, Community Manager

  1. Durante la nostra visita a Milano, abbiamo incontrato tre chef professionisti che Olav ha provato per noi. I fratelli Antonio e Vincenzo Lebano hanno portato un tocco di Mediterraneo a Milano qualche anno fa con la loro cucina. Nel loro ristorante Terrazza Gallia nell'Excelsior Hotel Gallia, insieme a Francesco Guarino, incantano i loro ospiti con piatti freschi della cucina campana.

    Abbiamo parlato con loro, imparato le loro storie e, naturalmente, volevamo sapere cosa li entusiasmasse di Olav.

Gli Chef Antonio & Vincenzo Lebano e Chef Francesco Guarino in intervista

  1. Ciao Antonio, ciao Vincenzo. Grazie mille per aver trovato il tempo di incontrarci oggi. Siamo molto felici di potervi intervistare

    Antonio: Ciao, è un piacere! Siamo qui oggi alla Terrazza Gallia. Io e mio fratello Vincenzo siamo qui dal 2015 su una delle più belle terrazze di Milano.

"La cosa più bella del mio lavoro è vedere i clienti felici"

Francesco, fai parte del team di Terrazza Gallia da anni, da dove nasce la tua passione per la cucina?

Francesco: Ho iniziato a cucinare perché nella mia famiglia c'era una lunga tradizione nella gastronomia. Quando ho finito la scuola alberghiera, sono entrato all'Hotel Gallia e da allora ho lavorato con passione. La cosa più bella del mio lavoro è vedere quando qualcuno è veramente felice dopo essere stato qui. Questo dà davvero un valore a tutto lo sforzo e al lavoro impiegato.

  1. L'ambiente qui è davvero mozzafiato. A cosa presta particolare attenzione quando sceglie i piatti e gli utensili da cucina?

    Antonio: Cerchiamo sempre di portare il calore e la freschezza mediterranea nella nostra cucina. Allo stesso tempo, i nostri occhi sono sempre rivolti al futuro. Cerchiamo di comprare e produrre in modo sostenibile. Naturalmente, ci concentriamo anche sui prodotti di punta.

"Ero entusiasta del rivestimento. Era fantastico per fare piatti di pasta, carne e pesce"

  1. La tua filosofia sembra davvero interessante! Hai testato a lungo le pentole Olav con anima in rame - qual è il tuo verdetto?

    Vincenzo: Adoro le pentole Olav. I prodotti sono belli e così pentole, padelle e coltelli possono anche essere presentati meravigliosamente nella stanza di fronte agli ospiti. I prodotti hanno un'eccellente conduzione del calore, che è data dallo spesso nucleo di rame. Questo rende la cottura estremamente uniforme. Sono stato anche impressionato dal rivestimento. Era perfetto per preparare piatti di pasta, carne e pesce. Un altro grande vantaggio per me è che si può facilmente far rivestire la padella se il rivestimento si dovesse graffiare o l'effetto antiaderente si dovesse consumare. Questo evita che vengano prodotti troppi rifiuti e continuiamo ad agire nel senso della sostenibilità.

  2.  
  3. Francesco: Avevo già visto le padelle Olav online e ho trovato il design davvero accattivante. Oltre al design molto attraente, la funzionalità è impressionante, nessuna padella si scalda più velocemente! Ogni volta che ho ospiti a casa, mostro con orgoglio la mia padella Olav.

    Antonio: Non sono solo le padelle e le pentole a piacerci, ho apprezzato moltissimo anche il coltello. Una lama bella e molto affilata e, naturalmente, bellissimo design. Mi piace l'idea di usare diversi tipi di legni pregiati. Penso che sia bello che vengano utilizzati solo legni pregiati provenienti dall'Europa, la cui sopravvivenza è garantita. Non abbiamo bisogno di un raro legno tropicale per avere un coltello di design.
  1. Grazie mille per il grande feedback e la collaborazione!

    Antonio: Sono felice di ricambiare il ringraziamento. È stato un vero piacere lavorare con voi e parlare di visioni condivise con la co-fondatrice Christina. Vi auguro un futuro luminoso.


    Grazie mille, possiamo solo dire questo in cambio.

IN PRIMO PIANO

Potrebbe anche interessarti

10. Luglio 2021

16. Luglio 2021